Translate

sabato 7 luglio 2012

In "Linea" con la LEGEND!

Carlo Bonomi
Mentre tutti i fans di Stan & Babe stanno ammirando e commentando il lavoro che la LEGEND FILMS ha svolto restaurando, colorando e ora reintegrando scene mancanti dalla precedente edizione (sic!) di "The Flying Deuces", il canale di Youtube StanlioOllioITALIA fa un bel passo indietro restituendoci un'anomala versione del film sopracitato...

Nel 1971 uscirono una serie di pellicole in Super8 dedicate a Stan & Ollie che, stranamente, invece di avere la colonna sonora su pellicola, avevano un disco allegato con improbabili dialoghi e doppiaggi quasi certamente improvvisati da Carlo Bonomi (la leggendaria voce de "La Linea" di Osvaldo Cavandoli nonchè voce di "Pingu".). 

Le quattro pellicole che StanlioOllioITALIA ha pubblicato sono state ricavate in verità da due bobine da 60 mt. ciascuna. La colonna sonora originale curata all'epoca dell'uscita dei "filmini" è stata reintegrata (un'autentica rarità datata 10 Marzo 1971!) e il rimontaggio con tagli e cambi annessi che prevedevano queste anomale edizioni, sono tutti tratti da "The Flying Deuces". 

Tra le varie curiosità che possiamo riscontrare ascoltando questi strani doppiaggi, nella pellicola "In congedo" si può ascoltare - in sottofondo! - la voce di Enzo Liberti (grande spalla di Vianello) recuperata probabilmente a sua insaputa da qualche altro film di genere militaresco! Inoltre la famosa canzoncina "A Zonzo" è qui rivista con un nuovo testo e un nuovo arrangiamento per fisarmonica e cucchiai (!)... ma la cosa davvero insensata è che la canzone (sul disco!) è troncata all'inizio. 



 Che dire?! Sicuramente il buon vecchio Bonomi forse non ricorderà nemmeno più questa esperienza. Ad ogni modo ringraziamo nuovamente questo scrigno che è StanlioOllioITALIA... presto ne vedremo ancora delle belle - o anche delle brutte, perché no?!?
Un sentito Arrivedoooorci,
Vostro incommensurabile 

Hugo

1 commento:

  1. Anche le frasi "ripetute" o quelle "troncate" sono sui dischi... Non per niente, sono nella mia collezione (ed anche in quella del socio "Martello").

    RispondiElimina